You are here
Fiere & Mercatini News Eventi 

“I Sabati dell’Usato” – Monterotondo Scalo (RM) ogni sabato mattina

A nord est di Roma, un grande mercato al coperto in una struttura pubblica di Monterotondo Scalo. Un esempio felice di collaborazione e di intesa tra un Ente pubblico e una Onlus

A Monterotondo Scalo, circa 25 chilometri da Roma, ogni sabato mattina si svolge un grande mercato dove trovi di tutto, dal semplice usato al pezzo d’antiquariato. Lo spazio è davvero imponente, e si rimane piacevolmente colpiti davanti ai 170 metri di lunghezza per 35 di larghezza, dove trovano posto in perfetta sequenza fino a 140 espositori con le loro mercanzie disposte in buon ordine sui banchi e a terra. I venditori che lo affollano sono persone di ogni tipo: dai professionisti ai “mercatari” abituali, dagli svuota cantine ai collezionisti, dai commercianti “per caso” ai pensionati che arrotondano lo stipendio, fino ai disoccupati che cercano di sbarcare il lunario; tutte persone che trovano a I Sabati una grande “famiglia” con la quale passare del tempo, un luogo sereno pervaso da un senso di solidarietà. Ed è proprio l’aspetto legato al sociale che contraddistingue il mercato: “I Sabati dell’Usato è un modo per rigenerare le cose e la vita”. Merito della ESLAS, l’associazione Onlus che lo gestisce.


Intervista a Marina Tuba Presidente ESLAS

A dare vita al grande mercato dei Sabati è un’associazione culturale. Come nasce?
È sorta dalle necessità di un gruppo di persone in condizioni di precarietà lavorativa; il suo intento, infatti, è quello di promuovere iniziative per la creazione e lo sviluppo di forme di occupazione e di attività sociali di assistenza. ESLAS vuol dire proprio: Esperimenti Sociali di Lavoro A Sopravvivenza; ha preso vita a Monterotondo nel 2013 e vuole essere di sostentamento alle persone, a quanti possono trovarsi in condizioni di disagio per problemi di diversa origine.
Da qui l’idea di creare un mercato?
Si! perché I Sabati dell’Usato può rappresentare una piccola fonte di entrata settimanale tutti i mesi; dà spazio e opportunità di lavoro in modo continuo non solo agli associati stessi che prendono parte attiva nell’organizzare la manifestazione ma anche a chi, in un momento di forte crisi come l’attuale, ha bisogno di un sostegno economico. Tutti possono venire a vendere qualsiasi cosa, senza limite alcuno: siamo aperti a chiunque voglia liberare cantine, armadi e ripostigli dalle cose inutilizzate e destinate a finire in discarica per mancanza di spazio. Se in buone condizioni, tutto può essere rivenduto a qualcuno a cui serve: è in questo modo che il nostro mercato acquista una valenza, oltreché economica e sociale, ecologica e di riciclo.
Come ha preso corpo l’iniziativa?
La ESLAS, insieme all’UMAIF (Unione Mercanti d’Arte In Fiera) – Ente Organizzativo riconosciuto dalla Regione Lazio, che opera nel campo dei mercati dal 1992 e vanta una lunga esperienza non solo in questo campo – ha proposto il progetto al Comune di Monterotondo. L’UMAIF ci ha aiutato e guidato anche nella creazione stessa dell’associazione, dai primi passi per la sua formazione all’organizzazione generale, fino alla gestione del “progetto mercato”.
L’Amministrazione Comunale, nella sua interezza, ha accolto favorevolmente la proposta, ha creduto nella nostra idea e ci ha supportato dandoci la possibilità di avviare I Sabati dell’Usato a partire da novembre 2013. Nei primi anni, però, il mercato non si è svolto nell’attuale sede al coperto. E dove precisamente? In una zona di parcheggio all’aperto adiacente lo stadio comunale, sulla via Salaria, sempre a Monterotondo Scalo. Lì ospitavamo tutte le settimane una media di 120 espositori a manifestazione, con la formula della macchina dietro il banco. Ma lo stazionare a cielo aperto causava non pochi disagi: nei giorni di pioggia era impossibile fare il mercato mentre in quelli estivi il sole picchiava forte. Così, affinché il mercato si potesse svolgere con continuità evitando il problema meteo, la ESLAS ha presentato una nuova richiesta per avere una sede al coperto.
E come avete ottenuto lo spazio in cui siete adesso?
Abbiamo richiesto il suo utilizzo all’Ente Città Metropolitana di Roma Capitale, che ne è proprietario. Si tratta del grande parcheggio su due piani che è di servizio alla stazione ferroviaria di Monterotondo; durante la settimana ospita centinaia di macchine – principalmente di pendolari che dal posto si recano fuori per lavoro o per studio – ma il sabato è quasi vuoto. Grazie al parere favorevole dell’Ente Città e al patrocinio del Comune di Monterotondo, abbiamo ottenuto la concessione, e dall’ottobre 2017 I Sabati dell’Usato si è spostato in questa grande struttura di cui occupiamo solo il piano terra coperto: quello superiore, da 250 posti auto, rimane adibito a parcheggio pubblico.
Una buona soluzione antistress sia per chi vende che per chi compra…
Proprio così. Questo grande spazio offre agli espositori come al pubblico l’opportunità di venire al mercato senza doversi preoccupare delle previsioni del tempo o del parcheggio; rappresenta un’ottima offerta al coperto nel vasto mondo degli innumerevoli mercati e mercatini del Lazio, oramai quasi tutti su strada. Ma abbiamo dovuto guadagnarcelo! Il progetto di utilizzo approvato prevedeva, infatti, che ci occupassimo del recupero della struttura pubblica stessa, e noi ce l’abbiamo messa tutta per risistemarla.
Perché… in che condizioni era?
Prima del nostro intervento, non buone. L’intera struttura, realizzata da più di venti anni, era incustodita e quindi versava in una situazione di degrado a causa dei continui atti vandalici, della sporcizia e dell’incuria del tempo. Grazie al lavoro volontario dei nostri soci è stata fatta una vera e propria bonifica del parcheggio e delle zone limitrofe: abbiamo rimosso le scritte che ricoprivano i pilastri e le mura, sostituito i vetri e le lampade mancanti o rotte, disostruito i tombini di scolo dell’acqua piovana, sistemato i bagni, tolta l’immondizia abbandonata, rimosso le erbacce dalle aiuole, e altro ancora.


E adesso cosa fate perché rimanga in buono stato?
Provvediamo costantemente alla pulizia, alla manutenzione ordinaria, alla sorveglianza, e vorremmo proseguire il lavoro iniziato con altri interventi di ripristino del piano superiore e di abbellimento della struttura. Il nostro impegno, oltreché ospitare il mercato in un ambiente confortevole, è quello di riconsegnare alla città un bene pubblico in condizioni di fruibilità e decoro, convinti che là dove c’è degrado urbanistico, impera la maleducazione e l’inciviltà: abbiamo constatato, infatti, che dal nostro “insediamento” non sono più state fatte scritte sui muri, i rifiuti abbandonati sono via via diminuiti e sono scomparsi gli atti di piccola delinquenza. Il concessionario Ente Città Metropolitana è soddisfatto del nostro lavoro: oberato com’è dalla manutenzione di un grande patrimonio pubblico cui far fronte, considera positivo il nostro intervento.


 

I Sabati dell’Usato

Il mercato si svolge ogni sabato dalle 7.00 alle 17.00 nel parcheggio multipiano della Stazione ferroviaria di Monterotondo Scalo. Percorrendo da Roma la via Salaria, vi si può accedere giungendo a Via Martiri di Via Fani, appena fuori dall’uscita della stazione ferroviaria, oppure, superato il centro abitato, girando a destra al primo svincolo della rotatoria, seguendo subito dopo i cartelli indicativi del mercato. Ma al grande parcheggio si può arrivare comodamente anche col servizio metropolitano dei treni Roma Tiburtina-Fara Sabina, con gli autobus Cotral provenienti dalla Via Nomentana o, per chi viene dall’autostrada Roma-Firenze, uscendo al casello di Castelnuovo di Porto. Sul posto, parcheggio gratuito per tutti, punto ristoro stabile, servizi igienici.

Related posts