You are here
Aste News Eventi 

“The Vivien Leigh Collection” – asta Sotheby’s, Londra 26 settembre 2017

Tra gli oggetti appartenuti alla famosa star di Hollywood, anche un dipinto di Winston Churchill

Dopo il buon risultato di “Made in Britain” che il 13 settembre scorso ha esitato oggetti, fotografie e dipinti di autori moderni inglesi i cui valori di stima partivano dalle 200 sterline, Sotheby’s Londra torna alla carica a fine mese presentando al pubblico appassionato di memorabilia moltissimi beni appartenuti a una delle icone del cinema americano: Vivian Mary Hartley in arte Vivien Leigh, che tutti noi ricordiamo soprattutto nei panni di Rossella O’Hara in Gone with the Wind, Via col Vento, pellicola del 1939.

Della famosa attrice inglese nata in India (Darjeeling 1913) e morta a Londra nel 1967, Sotheby’s presenta una grande varietà di oggetti, moltissimi dei quali a prezzi contenuti, invitanti per chiunque voglia portarsi a casa un piccolo pezzo di storia personale della bella e brava star hollywoodiana che ancora fa sognare più di una generazione di amanti del cinema e non.

 

I lotti in asta il 26 settembre, 321 in totale, sono “pezzi” di storia che coinvolgono ogni aspetto della vita della famosa attrice: dai mobili, suppellettili e oggetti d’arte che arredavano le ville dove abitava con l’altrettanto famoso secondo marito: l’attore Laurence Olivier, alle foto di famiglia che la vedono bambina e poi adolescente in seno alla famiglia.
Fanno parte del suo guardaroba gli abiti da sera messi all’incanto insieme a gioielli e bijoux indossati in occasioni ufficiali o private, tra cui alcune deliziose piccole spille da colletto che la dicono lunga sulla sensibilità e ingenua freschezza della donna-diva la cui salute venne compromessa da una malattia psichica.
Dalla biblioteca casalinga provengono i libri riguardanti gli argomenti di suo interesse, tra cui quelli sui gatti, animali che amava moltissimo sin da bambina, come testimoniano le fotografie e i quadri che la ritraggono coi suoi Siamesi.
Anche le tele e i disegni in vendita sono una testimonianza della personalità di Vivien Leigh che, appassionata d’arte moderna e pittrice lei stessa, patrocinava artisti inglesi e collezionava opere di ogni tipo. Fra quelle in asta il 26 settembre spicca un olio realizzato dallo statista e pittore Sir Winston Churchill.

 

 

“Study of Roses”. Un prezioso regalo

‘The arrival of your lovely picture was the greatest excitement. I wish I could tell you how truly thrilled I am to have it and how wonderfully kind I think it is of you to have had it so beautifully framed’*
Con queste sentite parole l’attrice ringraziava il grande statista che le aveva appena fatto dono di un suo dipinto.

 

Nel settembre del 1951 Winston Churchill, fan dell’attrice che aveva conosciuto diversi anni prima, ricevette Vivien Leigh nella sua tenuta di Chartwell, nel Kent. Dopo pranzo, invitata a passeggiare in giardino, ella ebbe modo di intrattenersi con lui nella garden house dove si sorprese constatando che tutte le pareti erano coperte da quadri realizzati dello statista. In particolare l’attrice rimase incantata dall’immagine di un vaso con tre rose: “Oh, Sir, that is beautiful” esclamò, e Churchill, colpito dal suo gradimento, le annunciò che quello sarebbe stato il suo regalo per il prossimo Natale. Ma non ara finito settembre quando Vivien si vide recapitare il bel pacco dono accompagnato da un biglietto in cui era scritto: “I couldn’t wait until Christmas.”**
L’attrice sistemò il dipinto nella sua camera da letto. Successivamente, in una lettera del 1961, confessò al Primo ministro che amava guardarlo ogni volta che si sentiva stanca e depressa, traendo dalla sua vista un benessere interiore.

 

Sir Winston Churchill, Londra, Oldhams Press Limited & Ernest Benn Limited, 1948. Stima 2,000-3,000 sterline

Winston Churchill si era avvicinato alla pittura nel 1914, all’età di quarant’anni. Autodidatta, aveva appreso successivamente la tecnica pittorica dell’olio e della tempera, giungendo alla composizione di interessanti opere di ispirazione impressionista. Le fonti riportano che amava così tanto dipingere da portare sempre con sé tavolozza e pennelli anche durante gli spostamenti nel difficile periodo del conflitto mondiale.
Si contano di Churchill più di cinquecento opere, buona parte delle quali realizzate nel corso degli anni Trenta. A quel periodo appartiene anche Study of Roses, natura morta del 1939 che presenta un soggetto insolito nel panorama pittorico dell’artista. Churchill, infatti, preferiva soprattutto riprendere scorci naturalistici ed empie vedute paesaggistiche.
Messo in asta da Sotheby’s con una stima di 70-100 mila sterline, l’olio regalato a Vivien Leigh potrebbe ottenere un alto realizzo. Alcune tele dello statista infatti, anche in virtù della fama del personaggio, hanno raggiunto in passato quotazioni di centinai di migliaia di dollari.

*Vivien Leigh, letter to Sir Winston Churchill, 21st September 1951, The Churchill Archives Centre, Churchill College, Cambridge, CHUR 2/174.
**Vivien Leigh, 1960, quoted in Winston Churchill, The Valiant Years, Episode 26, directed by Anthony Bushell and John Schlesinger, ABC Productions, 1960.


“The Vivien Leigh Collection”
Asta Sotheby’s
Londra 26 settembre 2017
http://www.sothebys.com

Related posts