You are here
News Eventi Risultati aste 

All’asta Bozner Kunstauktionen, i quadri di Julius Evola battuti a 70.000 euro

Numeri da leader nella 33ª asta d’autore della Bozner Kunstauktionen

Più di 500 lotti proposti per un incasso complessivo di circa 750mila euro, solo le due opere di Julius Evola, due vere e proprie rarità, sono state vendute rispettivamente per 30 mila e 27 mila euro (esclusi i diritti), partendo da una base d’asta di 6mila.
«Siamo molto soddisfatti della trentatreesima asta che abbiamo appena concluso a Bolzano, nella splendida cornice di Castel Mareccio. L’arte moderna, in generale, e in particolare le opere del periodo futurista sono andate davvero molto bene» ha dichiarato Stefano Consolati, direttore della Casa d’aste Bozner Kunstauktionen – leader in tutto il territorio che va da Innsbruck a Verona – l’indomani del tradizionale appuntamento per collezionisti.

 

Lotto 1 e 2 – Julius (Giulio Cesare Andrea) Evola (Roma 1898 – 1974), “Senza titolo”, ca. 1919/1920, olio su cartone. Base d’asta: € 6.000. Aggiudicati per 30.000 e 27.000 euro

 

Hanno contribuito al successo dell’asta, le opere: Carta di Enrico Castellani, venduta a 21mila euro; 30mila per Hans Hartung e, ancora, le due opere di Gino De Dominicis, battute all’asta rispettivamente per 16mila e cinquecento e 25mila euro, e Carla Accardi per 20mila euro (sempre da intendersi esclusi i diritti).

 

Lotto 46 – Enrico Castellani (Castelmassa 1930 – 2017), “Senza titolo”, 1978, tecnica mista su carta a rilievo. Base d’asta: 19.000 euro. Aggiudicazione: 21.000 euro

 

L’arte italiana battuta all’incanto, insomma, vince ancora. A contendersi i lotti più prestigiosi, anche gli estimatori provenienti dal Belgio, dalla Francia, dalla Germania e dall’Austria. «I top lot – continua Consolati – si confermano i più richiesti. A soffrire di più sono i lotti medi, per i quali c’è stata meno richiesta. Specchio di una società italiana, e direi a questo punto europea, dove il ceto medio si dimostra ancora sofferente».

 

 

L’arte tirolese invece continua ad andare molto bene per la Bozner Kunstauktionen, basti pensare al Trittico su carta di Albin Egger-Lienz venduto a 40mila euro o all’opera di Alfons Wald, battuta per 36mila.
E adesso si guarda già avanti. La prossima asta di novembre prepara colpi da novanta.

 

Lotto 359 – Albin Egger-Lienz, “Il seminatore” – “Il terreno agricolo” – “Il mietitore”, 3 disegni per il trittico “Terra”, 1912, gessetti neri e bianchi su carta beige. Base d’asta: 40.000 euro. Aggiudicazione: 40.000 euro

 


Bozner Kunstauktionen
“33ª Asta d’autore”
Castel Mareccio – Bolzano
25-26 maggio 2018

www.boznerkunstauktionen.com

Related posts