You are here
Fiere & Mercatini News Eventi 

“XVIII Mostra del Libro Antico e della Stampa Antica” Città di Castello (PG) dal 31 agosto al 2 settembre 2018

UNA NUOVA PRESTIGIOSA SEDE PER LA “XVIII MOSTRA DEL LIBRO ANTICO E DELLA STAMPA ANTICA” a CITTà DI CASTELLO (PG) dal 31 AGOSTO al 2 SETTEMBRE 2018: PALAZZO VITELLI A SANT’EGIDIO

Nell’ambito dell’antiquariato cartofilo la Mostra del libro antico di pregio e d’autore, e della stampa antica decorativa e cartografica e d’autore di Città di Castello, risulta essere una delle manifestazioni di settore più apprezzate da bibliofili studiosi e collezionisti.
In una collocazione temporale e geografica ideale: il primo fine settimana di settembre a Città di Castello, alta Umbria, dove cultura, arte culinaria e calorosa ospitalità dei suoi abitanti, l’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio in linea con il posizionamento qualitativo dell’evento mette a disposizione uno dei palazzi più prestigiosi della città.
A piano terra verranno ospitati oltre 45 espositori di qualificato profilo, provenienti dall’Italia e dall’estero. Gli stand, accuratamente allestiti e disposti in un percorso sistematico ma dinamico e non banale, risulteranno sia per i visitatori che per gli operatori funzionali e gradevoli.

 

 

Altro elemento di eccellenza della Mostra di Città di Castello è costituito dalle prestigiose iniziative a latere legate alla bibliofilia, esse grazie alla disponibilità di competenti relatori consentono di realizzare conferenze e mostre documentarie originali e di elevato contenuto. Quest’anno tali iniziative vedranno protagonisti:

A) L’Università di Perugia con una conferenza: Le commedie di Giovan Battista Marzi, letterato del 1500, a cura Prof. Mario Tosti Direttore del Dipartimento di Lettere-Lingue, Letterature e Civiltà Antiche e Moderne e Collaboratori.
B) Conferenza con ampia mostra espositiva: FAC SIMILI “Maschera e Volto”, iniziativa ideata dalla N.D. Vittoria De Buzzaccarini titolare di Charta e Alumina, riviste di prestigio in ambito cartofilo.

 

 


XVIII Mostra Mercato Nazionale del Libro Antico & della Stampa Antica
Città di Castello (PG) – Palazzo Vitelli a Sant’Egidio
dal 31 agosto al 2 settembre 2018
Orario: venerdì 15-19.30 (operatori commerciali 14-15); sabato e domenica 9.30-19.30
Ingresso libero
Info. Segreteria Mostra del Libro – Tel. 075.8529403
libroantico@cittadicastello.gov.it
www.mostralibroantico.it


 

Facciata esterna di Palazzo Vitelli che ospita la “Mostra del Libro Antico & della Stampa Antica” (Foto: MilanesiPhotostudio®)

 

Palazzo Vitelli a Sant’Egidio

Uno dei quattro Palazzi costruiti dalla famiglia Vitelli, di impronta tardo rinascimentale, Palazzo Vitelli è stato edificato ad opera di Paolo Vitelli, Vice Duca di Parma e Piacenza, ed è stato inaugurato attorno al 1570 in occasione della visita fatta al proprio luogotenente generale da parte di Ottavio Farnese, Duca di Parma. Il progetto architettonico, che ricalca uno stile fiorentino, si deve, per quanto riguarda l’impostazione generale allo stesso Paolo Vitelli, che, come altri membri del casato, era molto interessato all’architettura, oltreché militare anche civile. Per quanto riguarda il progetto vero e proprio si ritiene comunemente che l’architetto sia stato l’Ammannati.
Quanto alle decorazioni, queste si devono all’equipe di Prospero Fontana, esponente del manierismo bolognese, che trasferì direttamente il proprio cantiere da San Secondo di Parma, dove si era occupato delle decorazioni del salone delle gesta rossiane, a Città di Castello per l’affrescatura del salone dei “fasti vitelleschi”, ove sono ricordate le principali gesta dei più illustri membri della famiglia Vitelli.
Alcune decorazioni sono comunemente attribuite dalla critica a Niccolò Circignani detto il Pomarancio ed altre a Cristofano Gherardi detto il Doceno.
Il Palazzo è circondato da un ampio giardino a ridosso delle antiche mura urbiche, concepito all’italiana, in origine con quattro spicchi di pari grandezza attorno ad una fontana a mo’ di aiuole, il tutto impreziosito da collinette artificiali con particolari vegetazioni e da una peschiera, oltreché da un ninfeo delimitante il resede di pertinenza della cosiddetta Palazzina Vitelli destinata a casinò di caccia e impreziosita da importanti statue di cotto di manifattura umbra.

A cura di Giancarlo Mezzetti e Fabio Nisi

 

Palazzo Vitelli, salone (foto: MilanesiPhotostudio®)

 

Related posts