You are here
Arte & Mercato Primo piano 

Il TEFAF ai tempi del Covid-19

La grande Fiera al Maastricht Exhibition and Congress, chiusa in anticipo a causa del virus

Per la sua alta qualità, doveva essere “la Fiera migliore di sempre”. Così aveva dichiarato Patrick van Maris, CEO di TEFAF 2020 a pochi giorni dall’apertura, e così è stato. Almeno per 5 giorni.
La 33° edizione della Fiera d’arte e antiquariato che ha portato a Maastricht dealers da tutto il mondo, ha dovuto cedere, suo malgrado, davanti al dilagante Covid-19.
Non sono bastati gli okay del Comune, le precauzioni degli organizzatori, l’ottimismo degli espositori: in ragione del numero crescente dei casi in Europa (e, pare, anche del contagio di un venditore) la manifestazione dal 7-15 marzo ha chiuso in anticipo l’11 alle ore 19.00.

 

Nelle settimane precedenti lo start, altre Fiere di grosso calibro erano state sospese o rimandate, ma visto il grande giro d’affari che ruota intorno alla kermesse olandese, i partners di TEFAF hanno egualmente confermato le date, fiduciosi delle particolari misure sanitarie adottate e delle assicurazioni dell’amministrazione comunale.
Come da programma, dunque, la Fiera è partita puntuale con l’Early Access il 5 marzo e l’Anteprima del 6, due giornate che hanno visto arrivare in Fiera circa 10.000 visitatori, un’affluenza di pubblico consolidatasi nel fine settimana.

 

Col passare dei giorni, però, la realtà ha preso il sopravvento: è cambiata in peggio la situazione nei Paesi Bassi e nei Paesi limitrofi; è cresciuta la preoccupazione degli espositori, dei visitatori e del personale, mentre sempre più difficili sono risultati gli spostamenti.
Pertanto, nonostante l’assenza di restrizioni alla circolazione e il permanere del parere favorevole dell’autorità comunale, la notizia ufficiale è arriva. A darla è stato Nanne Dekking, Presidente del Consiglio di amministrazione del TEFAF che, in accordo con la città di Maastricht, le autorità sanitarie e il MECC Maastricht, dichiarava: “Dati i recenti sviluppi nelle regioni intorno a Maastricht e le crescenti preoccupazioni, non riteniamo più opportuno continuare come previsto. Vogliamo ringraziare i nostri espositori, i visitatori e il personale per la loro fiducia e il loro sostegno in questa situazione imprevedibile”.

 

“La comunità TEFAF ha sempre primeggiato nel portare la migliore arte del mondo a Maastricht”, continuava il Presidente. “Siamo orgogliosi di aver visto come professionale e unita sia stata la nostra famiglia TEFAF, distintasi in questa circostanza senza precedenti”.
Annemarie Penn te Strake, sindaco della città di Maastricht, a sua volta ha aggiunto: “Sostengo e rispetto questa decisione. Comprendiamo che le difficoltà stanno crescendo a causa delle circostanze nei Paesi di origine e nelle regioni che ci circondano. È giusto che ci sia attenzione per questa preoccupazione. Siamo orgogliosi dei nostri molti anni di partnership con TEFAF e sappiamo che questo forte legame ci aiuta anche nei momenti difficili”.

 

TEFAF 33° edizione marzo 2020. Galleria Kugel, Parigi

 

Vendite sin dalle prime ore

Nonostante la minore presenza di chi sempre attende questo evento per rifornirsi di pezzi d’eccellenza (grandi collezionisti, direttori di musei internazionali), i venditori provenienti da ben 22 Paesi hanno potuto godere di un certo numero di contatti significativi e di diverse vendite, soprattutto nei primissimi giorni. Tant’è che Georg Laue, espositore e Presidente della sezione Antiques di TEFAF, il 9 marzo ha dichiarato: “Abbiamo dato un segnale molto positivo al mondo dell’arte. I primi due giorni di apertura sono stati connotati da un’atmosfera fantastica. Benché alcuni clienti di altri continenti non abbiano potuto esserci, siamo rimasti stupiti dalla qualità dei nostri visitatori, specialmente europei, che sono venuti alla Fiera con un ottimo umore e voglia di comprare”.
Come lui, altri dealers mostravano ottimismo nonostante la situazione Covid, e tra essi, Stephen Ongpin, della Stephen Ongpin Fine Art, che ha affermato: “Benché l’affluenza sia di certo destinata a calare, TEFAF Maastricht continua a rappresentare una destinazione imperdibile per i collezionisti. Non conosco nessuno che non sia fiero di essere qui. E io lo sono”.

Che altro dire, dunque, davanti a tale esternazione di orgoglio d’appartenenza: Chapeau! per TEFAF 2020. 

 

In copertina: TEFAF 33° edizione marzo 2020. Ingresso alla fiera presso il Maastricht Exhibition and Congress

 


33° edizione di TEFAF Maastricht, Olanda
MECC, Maastricht Exhibition and Congress Centre, 7-15 marzo 2020
Chiusura 11 marzo causa Covid-19
Informiamo che la 4° edizione di TEFAF New York Spring, prevista dall’ 8 al 12 maggio 2020 presso la Park Avenue Armory, è stata rinviata

Related posts