You are here
Fiere & Mercatini News Eventi 

“XX Mostra del Libro antico e della Stampa antica” Città di Castello (PG) 5 settembre 2020

La ventesima edizione della “Mostra del Libro antico e della Stampa antica” a Città di Castello (PG) del 5 settembre 2020 si preannuncia come una edizione speciale, dalle caratteristiche innovative e coinvolgenti nonostante alcune restrizioni imposte e conseguenti al covid-19.

Non ci potranno essere i consueti tavoli allestiti con le loro affascinanti proposte di coloratissimi e rari libri o le splendide stampe appese ai pannelli espositivi. Tuttavia l’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio di Città di Castello, Ente organizzatore dell’evento, attraverso iniziative di grande interesse e dai contenuti culturali elevati garantirà una forte attenzione su questa ventesima edizione della Mostra. La manifestazione di Città di Castello in questi anni ha raggiunto un livello primario, tra gli eventi similari italiani ed esteri, e questo grazie ad una presenza costante di un elevato e qualificato numero di espositori: 45. Inoltre, la rarità delle opere che sono state esposte, hanno posizionato l’iniziativa in un segmento di offerta medio-alto molto apprezzato da collezionisti e studiosi. Per garantire quindi un interesse non inferiore alle edizioni precedenti saranno proposti degli eventi collaterali che caratterizzeranno la manifestazione del 2020.

Un catalogo di vendita “on line” contenente oltre 400 opere con relative descrizioni bibliografiche, prezzi ed immagini, proposte dagli abituali espositori di Città di Castello. Questa iniziativa in parte garantirà l’attività mercantile della Mostra stessa, e verrà diffusa nel web, in Italia ed all’estero, attraverso i maggiori siti di divulgazioni di antiquariato librario. Numerosi banner informeranno che con un click su www.mostralibroantico.it si potrà accedere nella home page del sito della Mostra e dal 20 agosto sfogliare il catalogo di vendita suddiviso per espositore.

 

Copertina del catalogo di vendita

 


Iniziative collaterali

Le mostre mercato di Città di Castello, sin dalle prime edizioni, sono state caratterizzata da iniziative a latere che hanno coinvolto eminenti esponenti del mondo della bibliofilia. Sono state organizzate conferenze, mostre espositive sempre accompagnate da saggi, presentazioni di opere letterarie o di carattere storico di interesse locale e/o nazionale. Come non ricordare la presentazione della pubblicazione del manoscritto “LA STORIA GENERALE” di Giovan Girolamo de’ Rossi dell’anno scorso, a cura di Pier Luigi Poldi Allaj e Guido Perra con esposizione in prima mondiale del manoscritto originale del secolo XVI. Ancora oggi la stessa è oggetto di approfondimenti e analisi in Italia ed all’estero. L’ultima in ordine di tempo è di questi giorni ad opera di uno studioso che ha citato l’opera in un saggio pubblicato nella prestigiosa rivista “Archivio storico italiano” edita da Leo Olschki e in una nota ne auspica una riedizione con commento critico.

Quest’anno, in linea con la tradizione, avremo due iniziative
La prima: presentazione, con conferenza, della ristampa facsimilare di una rarissima pubblicazione “IL SECONDO DI VERGILIO IN LINGUA VOLGARE VOLTO DA HIPPOLITO DE’ MEDICI CARDINALE” ed impressa in Città di Castello da Antonio Mazochi Cremonese e Nicolo de’ Gucci da Cor(to)na nel 1539. Tale ristampa, accompagnata dal saggio “ALLA RICERCA DELL’ENEIDE STAMPATA IN CIVITATE CASTELLI NEL 1539, STORIE, PERCORSI, IPOTESI… GIOVANNA ZAGANELLI e SARAH BONCIARELLI” è stata realizzata dalla Editrice Pliniana nel 2019 con il sostegno della fondazione cassa di Risparmio di Città di Castello. Interverranno gli autori ed il prof. Alessandro Scarsella dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

 

Copertina del saggio sull’Eneide

 

La seconda iniziativa riguarda un illustre ma poco conosciuto artista tifernate del secolo XIX: VINCENZO BARBONI (1802-1859). Esso merita di essere apprezzato in quanto la raggiunta maturità artistica negli anni giovanili gli consentì la realizzazione di opere di pregio molto apprezzate, oltre che nella sua città, anche a Roma e a Bologna. Di lui ben conosciamo, attraverso la biografia del Costarelli, le varie vicissitudini della vita, ma nessuno ha sin qui fatto conoscere il Barboni attraverso un’analisi storico artistica inserita nel contesto dei vari movimenti e correnti dell’arte in Italia nella prima metà del 1800. Al riguardo, e al fine di colmare questa lacuna, verrà, nell’ambito della “XX Mostra del Libro antico”, presentato ed illustrato un saggio critico originale sull’artista a cura di Fabio Nisi. A completamento di questo studio e per conoscere da vicino l’abilità dell’artista, seguirà una mostra a cura di Estela Nisi, nella quale potranno essere ammirati oltre 50 disegni originali ed inediti del Barboni.

 

Copertina del saggio su Barboni

 


Entrambe le iniziative si svolgeranno a Palazzo Vitelli a Sant’Egidio. La prima nel giardino esterno (ore 10.00) e la seconda nella sala delle gesta Vitelliane (ore 11.30). L’inaugurazione ufficiale della Mostra, alla presenza delle autorità, è fissata per il giorno 5 di settembre alle ore 9.45.
Un arrivederci all’edizione 2021: 3-4-5 settembre.


“XX Mostra del Libro antico e della Stampa antica”
Città di Castello (PG)
Piazza Vitelli a Sant’Egidio
Sabato 5 settembre 2020
Inaugurazione ore 9.45
Visita Mostra Barboni dal 5 al 27 settembre
Info: www.mostralibroantico.it

Related posts