You are here
Aste Risultati aste 

Evola vola a Bolzano: battuto all’asta per oltre 50.000 euro da Bozner Kunstauktionen

L’arte moderna è di scena a Bolzano. Nonostante la pandemia da Covid 19, il mondo dell’arte sembra non conoscere crisi. La Bozner Kunstauktionen, la casa d’aste nata nel 2002 a Bolzano e oggi leader in tutto il territorio che va da Innsbruck a Verona, ha battuto all’asta l’olio su cartone del 1923 di Julius Evola per oltre 50.000 euro.

 

Julius Evola (Roma 1898 – 1974), Senza titolo, 1923, olio su cartone, cm 50,3×39,2, al retro iscrizione “In deferente omaggio al Sen. Giovanni Gentile. J. Evola Roma 13.8.923”. Firma. Provenienza: Collezione privata. Base d’asta 18.000 euro; aggiudicazione 57.000 euro

 

«A conferma del successo già riscontrato nelle nostre ultime aste per Evola – spiega Stefano Consolati direttore di Bozner Kunstauktionen – l’opera, che è considerata una vera rarità nel momento più fiorente della sua produzione artistica, è stata aggiudicata da un collezionista italiano per 57.000 euro, più i diritti».
Sul retro del dipinto, la dedica personale del filosofo al senatore Giovanni Gentile, all’epoca dell’omaggio Ministro dell’Istruzione.
«Ritengo che Evola abbia pagato negli anni Ottanta l’accostamento con la sua figura di filosofo e con le sue posizioni molto discusse. Una volta venuta meno questa associazione, Evola sta ottenendo il giusto riconoscimento come uno dei principali artisti nella storia del dadaismo in Italia».
Molto bene anche i dipinti di Giulio D’Anna e Gerardo Dottori, aggiudicati, rispettivamente, per 7.000 euro, più i diritti e 28.000 euro, più i diritti.

 

«Siamo molto soddisfatti – conclude Consolati – la presenza on-line e telefonica è stata notevole, nonostante il momento che stiamo vivendo (ricordiamo che era vietata l’asta in presenza dalle regole anti contagio). I lotti più importanti sono stati tutti venduti, e anche molto bene, a testimonianza che i collezionisti ricercano sul mercato opere di valore e, per quelle, sono ancora disposti a spendere».


Si conferma il successo della casa d’aste altoatesina Bozner Kunstauktionen anche nella sessione dedicata all’arte tirolese

Dopo aver venduto, ad un collezionista italiano, nella prima giornata un dipinto di Julius Evola per 57.000 euro più i diritti, ed aver collaudato il successo acquisito negli ultimi anni, la casa d’aste ha battuto il martelletto anche per l’arte locale: in collegamento on-line, per aggiudicarsi i lotti migliori, anche Austria, Germania, Svizzera e Olanda.

«Il pubblico di collezionisti si sta abituando a comprare on-line» spiega il direttore di Bozner Kunstauktionen, Stefano Consolati. «Siamo davvero soddisfatti per questa due giorni dedicata al mondo dell’arte. Pensavamo di essere penalizzati per la mancanza di presenze in sala, a causa delle regole anti contagio, ma invece i collegamenti si sono mantenuti aperti anche per un’ora e mezza sui lotti migliori. Insomma direi che l’arte moderna è un mondo che, nonostante tutto, riesce ancora a far sognare». E a guardare i risultati pare proprio di si.

 

Alexander Koester (Bergneustadt 1864 – Monaco di Baviera 1932), “Quattro anatre nello stagno”, olio su tela, cm 45×75. Firma. Base d’asta 21.000 euro; aggiudicazione 21.000 euro

 

Aggiudicato per 21.000 euro “Anatre nello stagno” di Alexander Koester, esponente della pittura di genere, trovò poi nella rappresentazione delle anatre la sua piena consacrazione. Molto apprezzati anche Franz Lenhart con “Lago nelle Dolomiti” e Artur Nikodem con i suoi dipinti. Bene anche le xilografie di Karl Moser e successo confermato anche per il sempre ricercato Karl Plattner.


Bozner Kunstauktionen
risultati asta 27 e del 28 novembre  2020
bozner-kunstauktionen.com

Related posts