You are here
Primo piano Zoom 

CUBO A.P.E. • A Milano un progetto innovativo ridisegna l’interior design

Il sogno rinascimentale di unire le diverse arti sotto il segno del bello rivive nello Studio di Advanced Project Engineering ideato da Roberto Papini.
L’apprezzato fondatore di Arting159 apre anche Art Gallery, un nuovo spazio dedicato alle arti decorative nel District Brera a Milano.

Arte, design e architettura di epoche differenti mescolati con sapienza per dare vita ad ambienti raffinati pensati per fruitori esigenti. Nasce CUBO A.P.E., l’idea colta e intelligente di Roberto Papini critico d’arte e imprenditore che punta a vincere la sfida del nostro tempo: proporre ambienti che non solo leghino con gusto diverse discipline ma che lascino spazio alla personalità e al sentire di chi li vive.

 

Lo studio CUBO A.P.E. ha sede in District Brera a Milano, si occupa di progettazione lavorando per clienti che operano a livello nazionale ed internazionale
(nella foto un progetto dell’architetto Mario Oliveri)

 

Intervista a Roberto Papini

Sogniamo la nostra casa ideale sfogliando le riviste di settore. Immaginiamo di muoverci in ambienti ricercati e originali, ma quasi mai abbiamo a portata di mano il professionista giusto che fa la differenza.
Quale è il valore aggiunto offerto da CUBO A.P.E.?
«CUBO A.P.E. mette a disposizione non uno ma un gruppo di persone competenti in grado di dare il loro contributo specifico per soddisfare esigenze diverse, figure professionali che sanno creare interni su misura per abitazioni di prestigio, alberghi, ristoranti, locali esclusivi. I nostri progetti si adattano ad ogni tipo di struttura che si voglia rendere non solo accogliente ma unica, caratterizzata da un tocco personale in ogni dettaglio.
Consegnare al cliente un ambiente che è un’opera d’arte fatta e finita è il nostro obiettivo e trova nelle best practices di studio CUBO A.P.E. un punto di forza ulteriore: articolandosi tra settori dell’arredamento, delle operazioni immobiliari e dei componenti per edilizia e architettura, CUBO A.P.E. guida le persone lungo tutto il percorso realizzativo degli spazi desiderati a cominciare dalla scelta dell’immobile».

 

Ambienti in cui dialogano antico e moderno.
Opere d’arte e oggetti di design che esprimono l’identità del padrone di casa

 

Guardando al nostro Rinascimento, epoca di grande fermento artistico e di unità delle arti, Roberto Papini coglie l’opportunità di fare lifestyle di tendenza facendo della commistione tra diverse discipline il suo viatico eccellente per una nuova idea dell’abitare.
Ma perché la magia si realizzi c’è bisogno di clienti d’élite?
«Tutti possono rivolgersi a noi, ma certamente la cerchia si restringe se consideriamo la necessaria predisposizione personale verso il bello e una certa disponibilità a spendere per garantire la migliore riuscita del progetto: stiamo parlando di ambienti di lusso dal costo elevato. La nostra idea guida, infatti, è quella di un concept colto e suggestivo che metta in dialogo opere artisticamente importanti con l’architettura e con pezzi di design firmati da grandi maestri progettisti come Ponti, SottSass, Mollino e Mendini. In sostanza, CUBO A.P.E. porta avanti uno studio pluridimensionale dove le arti non siano più soltanto accostate e accostabili, ma compenetrate e coesistenti».

 

Abitare immersi nell’arte senza ostentare significa muoversi in uno spazio originale difficile da creare senza l’aiuto di esperti. Ma cucinare una ricetta i cui ingredienti sono qualità e lusso nel rispetto del gusto estetico del cliente, è complicato.
Con quali mezzi riuscite a veicolare il vostro originale progetto?
«Grazie, alla tecnologia. Per comunicare non sempre è necessario avere il prodotto, i rendering foto-realistici, le animazioni 3D, ci permettono di presentare quello che ancora non c’è; si tratta di strumenti di comunicazione messi a punto dai nostri architetti, progettati in esclusiva per il nostro target. Ma ad attrarre il cliente è soprattutto il know how dello staff: figure professionali amanti dell’arte e della cultura esperte nei settori delle discipline applicate all’abitare e in grado di cogliere ogni segnale per tradurlo in un linguaggio arredativo inimitabile che non perde mai di vista le esigenze di chi si affida alla nostra esperienza.
Amo dire che la nostra nicchia è “larga un pollice, profonda un miglio”. Larga un pollice significa che si rivolge ad una categoria estremamente ristretta, e profonda un miglio vuol dire che vengono coinvolti molti professionisti specializzati che cercano e trovano la soluzione ad ogni specifico problema».

 

Art Gallery, il nuovo spazio aperto da Roberto Papini nel centro storico di Milano

In copertina: Lo Studio CUBO A.P.E. propone un habitat confortevole e accogliente che risponde alle molteplici esigenze del vivere attuale (nella foto un progetto dell’architetto Mario Oliveri)

CUBO A.P.E. – Advanced Project Engineering
Milano, via Montenapoleone n. 8

Art Gallery
Milano, via Solferino ang. via Marsala n. 1

arting159@gmail.com
WhatsApp +39 342 6904173

Related posts