You are here
Anteprima aste Aste 

West, Rainer, Warhol, Cezanne, Chagall, Depero e Boetti all’asta di Bozner Kunstauktionen

Si torna in asta. Il prossimo appuntamento con l’arte moderna è a Castel Mareccio, a Bolzano, venerdì 27 e sabato 28 maggio 2022

La casa d’aste Bozner Kunstauktionen, la prima casa d’aste sudtirolese, leader in tutto il territorio che va da Innsbruck a Verona, per il suo ventennale, rinnova l’appuntamento con l’arte moderna.
“Siamo presenti sul mercato esattamente da vent’anni – spiega il direttore Stefano Consolati. Era il 2002 quando ho battuto il primo martelletto, ci conoscevano in pochi. Oggi posso affermare, con orgoglio, che la nostra fetta di mercato è cresciuta costantemente in tutto questo periodo e lo scorso dicembre abbiamo raggiunto risultati davvero entusiasmanti. Ed abbiamo grandi aspettative anche per la prossima sessione. Tra i lotti all’incanto anche una nutrita sezione di grafica internazionale: dall’espressionismo tedesco agli artisti americani degli anni Sessanta”.

 

Lotto 1 – Paul Cezanne, litografia del 1897 proveniente da Auktion Kettere di Monaco. Base d’asta: 5.000 euro

 

Saranno oltre duecento le opere battute all’asta da Bozner Kunsatuktionen: molti dei principali artisti del Novecento italiano e internazionale con una nutrita presenza di grafica dei grandi maestri proveniente da una importante collezione sudtirolese. Tra gli altri: Paul Cezanne, Max Pechstein, Oskar Schlemmer, Lyonel Feininger, Kees Van Dongen, Marc Chagall, Jean Dubuffet, Le Corbusier.
Ben rappresentata anche la sezione Avanguardia storiche e futurismo con opere di Natalia Goncharova, Michail Larianov e Fortunato Depero.

 


Per quanto riguarda l’arte italiana del dopoguerra segnaliamo in particolare un’opera di Antonio Sanfilippo del 1956 e un acquerello di Afro Basaldella degli anni Sessanta.
Provenienti sempre da collezioni locali i lavori rappresentativi di due grandi artisti austriaci tra i più ricercati del momento sul mercato: Arnulf Rainer e Franz West.
Numerosa la parte dedicata all’arte italiana dagli anni Sessanta in poi con opere di Giulio Turcato, Mario Radice, Franco Angeli, Carol Rama, Mario De Luigi, Paolo Masi, Emilio Isgrò, Alighiero Boetti.

 

La seconda e terza parte dell’asta primaverile, che seguirà a Bolzano sabato 28 maggio presenta un’ampia selezione di opere dal XV secolo fino a oggi.
Da sottolineare, tra l’altro, due importanti tavole gotiche della cerchia di Hans Klocker, un godevole quadro di genere di Alexander Koester e vari paesaggi altoatesini.
Nell`ambito tra il moderno classico e il contemporaneo numerosi artisti figurano con opere rappresentative: Carl Moser, Albert Stolz, Wilhelm Nicolaus Prachensky, Christian Hess, Josef Kien, Karl Plattner, Willy Valier, Peter Fellin, Paul Flora, Robert Bosisio, Robert Pan.

 

Lotto 642 – Johann Gabriel Doppelmayr (1670-1750) / Johann Georg Puschner d. Ä. (1680-1749). Globo terrestre e celeste, Norimberga 1730 (h. ca. 30 cm ciascuno), base in legno, anelli meridiani di ottone, in parte fissaggi mancanti, diverse piccole mancanze dai globi, grandi mancanze dagli anelli dell’orizzonte. Norimberga 1730. Base d’asta: 6.500 euro

 

Da segnalare anche una bellissima sezione di antiche carte geografiche del Settecento e una coppia di mappamondi (Globo terrestre e celeste) di Johann Gabriel Dppelmayr e Johann Gerog Puschner.


Da qualche tempo la casa d’aste fornisce anche un servizio di consulenza per istituzioni pubbliche e collezionisti privati che intendano accrescere la loro collezione con arte austriaca e tedesca del XIX e XX secolo così come per l’arte italiana moderna e contemporanea.
Il catalogo di arte moderna e contemporanea può essere consultato online al nostro indirizzo www.bozner-kunstauktionen.com o richiesto in formato cartaceo scrivendo una email all’indirizzo office@bozner-kunstauktionen.com.


Info. www.bozner-kunstauktionen.com – tel. 0471 301893
Addetto Stampa: Tiziana Morgese 3386399694

Related posts